I tuoi risultati di ricerca

Buonasera, le scrivo per sottoporle un quesito…

Pubblicato da Elisabetta Marzatico sopra 11 Novembre 2007
0

Buonasera, le scrivo per sottoporle un quesito in merito all’argomento in oggetto: nel 1998 è stato stipulato un atto notarile in cui i miei nonni mi vendevano la nuda proprietà della loro abitazione, mantenendone il diritto di usufrutto vita natural durante; qualche anno fa mio nonno è deceduto ed ora che la nonna, unica beneficiaria dell’usufrutto, non è più in grado di vivere da sola e si vuole trasferire in famiglia con uno dei miei zii quali strade ci consiglia di perseguire per riunire la nuda proprietà con il diritto di usufrutto in modo che io diventi unico proprietario dell’immobile? (ovviamente di comune accordo con la nonna). Dobbiamo provvedere a stipulare un nuovo atto notarile di rinuncia all’usufrutto, con gli ovvi oneri, o è possibile stipulare altri tipi di scritture private o altro in modo più economico? In qualunque caso gli eventuali eredi di mia nonna (i figli) possono, un domani, in qualche modo impugnare tali accordi?

Le consigliamo, per mettersi al riparo da qualsiasi futura evenienza, di acquistare da sua nonna il diritto di usufrutto, con regolare atto notarile di compravendita e pagamento del prezzo.

Confronto immobili