I tuoi risultati di ricerca

Siamo una associazione sportiva riconosciuta…

Pubblicato da Elisabetta Marzatico sopra 25 Maggio 2007
0

Siamo una associazione sportiva riconosciuta dal Coni e dal 1989 fino al 98 e rinnovato per il 2006 avevamo in affitto un locale che inizialmente era catalogato come deposito: apportato modifiche e richieste le varie autorizzazioni abbiamo trasformato la destinazione d’uso a “Commerciale” richieste firmate dal proprietario:
-Il Locatore nel contratto si avvale della clausola di non riconoscere le migliorie apportate(Divisori, Pavimentazioni, Bagni, Riscaldamento ecc.)
– Con lettera racc. nel gennaio 2003 abbiamo chiesto al locatore di fornire il suddetto locale delle uscite di sicurezza che la legge successiva alla locazione del 98 rende obbligatorie dal gennaio 2007.
– Il locatore nulla ha risposto alla nostra richiesta.
– Noi con lettera racc. nel mese di giugno 2006 rinnovavamo la necessità delle uscite; in mancanza ci vedavamo costretti a lasciare il locale.
Nulla veniva eccepito dal locatore e noi consegnavamo le chiavi il 5 agosto 2006.
Chiediamo alle S.V.
Abbiamo diritto al riconoscimento delle migliorie?
Abbiamo diritto alle Cauzioni date sia in occasione del primo contratto 89-98 sebbene non reggistrato, e quelle successive dal 98 ad oggi con contratto regolarmente registrato?
– L’avviamento attività deve esserci corrisposto?
Il Locatore ha diritto alle mensilità da giugno a dicembre 2006 che noi non abbiamo più corrisposto?

Il contratto di locazione, originariamente ad oggetto locale deposito si è risolto per recesso del conduttore, accettato dal locatore. Ciò premesso, con riferimento all’indennità di fine rapporto, ai sensi dell’art. 34 legge 392/1978, non può considerarsi dovuta, stante l’intervenuta risoluzione per volontà del conduttore. Anche il diritto alle migliorie apportate è da considerarsi non dovuto, considerata la specifica pattuizione contrattuale intercorsa. Per quanto riguarda la cauzione prestata all’epoca della sottoscrizione del contratto, il conduttore ben potrà chiederne la restituzione, oltre agli interessi legali maturati sulle somme depositate nel periodo non travolto dalla prescrizione ( 5 anni). Da ultimo, è bene evidenziare che il locatore ha sempre diritto a vedersi corrisposto il canone di locazione per il periodo di detenzione del bene da parte del conduttore.

Confronto immobili